Vacanze in Sardegna
Torna all'Home Page
Il blog di Sardegna.com: offerte, eventi e informazioni per il turismo in Sardegna
24 novembre 2010

La tradizione del presepe ha origini molto antiche, quando San Francesco d’Assisi nel 1223 ebbe l’idea di far rivivere la nascita avvenuta a Betlemme realizzando il primo presepe vivente.
In Sardegna la preparazione del presepe presenta talvolta aspetti artistici rilevanti sia per quanto riguarda le tecniche costruttive che per la scelta di materiali, esistono presepi in miniatura, in legno dipinto a mano, in sughero o in porcellana…ma qualunque sia il materiale utilizzato il presepe non manca mai di emozionare.
In alcuni centri dell’Isola si realizzano caratteristici presepi. Ad esempio a Gergei, piccolo centro in provincia di Cagliari, si organizza da diversi anni “Sa Nascimenta”, presepe vivente itinerante. Nella notte del 24 dicembre alcune centinaia di figuranti, con i costumi della Palestina di 2000 anni fa rivivono e fanno rivivere gli avvenimenti legati al Natale ai numerosi turisti.

Gergei: foto di un presepe vivente

Vicoli, stradine in pietra, archi, cantine, granai e stalle del centro storico si animano per ospitare
quest’evento, reso ancor più suggestivo dalla ricostruzione delle ambientazioni, dai magici giochi di luce di torce e delle fiaccole, dal profumo degli incensi e il diffondersi degli odori caratteristici del natale isolano: caldarroste, mandarini e piatti caldi tipici serviti ai viandanti. Il presepe itinerante mette in scena il viaggio dei due sacri sposi, al cui passaggio si anima, man mano, il villaggio con i suoi abitanti, la rappresentazione degli antichi mestieri e delle scene di vita quotidiana.

Anche a Olmedo, piccolo centro della Sardegna nord-occidentale situato tra Alghero, Porto Torres e Sassari, viene realizzato un originale presepe fatto con il pane, realizzato da maestri artigiani all’interno del magico contesto della Chiesa di N.S. di Talia, magnifico esempio di architettura romanica del XII secolo.

Olmedo, foto di un presepe fatto di pane

Pochi ingredienti e tanta abilità permettono di realizzare delle vere opere d’arte. Ciò che colpisce il visitatore è la cura dei particolari e la precisione nel realizzare le vesti e i volti dei personaggi. Alcune delle casette sono riproduzioni fedeli di vere abitazioni della piazza principale.

Aggiungi un commento