Cap d’Any ad Alghero!

Cap d'Any ad Alghero!

Sappiamo bene che Alghero raggiunge il suo apice d’estate, il centro storico e la passeggiata lungomare straripanti di turisti abbronzati e ridenti sono un classico.  L’ arrivo dell’autunno e dell’inverno indica una pausa, come se si premesse veramente il tasto di un lettore CD.. tutto si ferma. MA ATTENZIONE ..L’arrivo del natale e capodanno  riporta la meravigliosa cittadina ad un immediato risveglio. Dalle prime giornate di dicembre,  si riattiva il tasto play. Negozi e bar riaprono a tutte le ore e le vie sono addobbate con festosissime luci e decorazioni, tanti concerti e spettacoli teatrali vengono organizzati, oltre a sfilate di moda, mercatini e intrattenimenti di ogni genere nelle varie piazze. L’intera iniziativa Cap d’Any (Anno Nuovo in catalano) iniziò poco più di dieci anni fa nel 1999, ed in questi ultimi anni ha riscosso un incredibile successo.  Questa neo fama invernale di Alghero ha portato una nuova ondata di turisti non solo da tutta la Sardegna ma anche dal continente e dall’Europa. Il bellissimo scenario costituito da una città con un suggestivo centro storico situato a ridosso del mare  ed un  clima ( solitamente!) molto mite danno l’impressione di essere molto più lontani, in una città un pò magica. L’ultimo dell’anno spesso si trascorre all’aperto ed é sempe caratterizzato da  fuochi di artificio, le cui maestose  luci colorate illuminano le antiche chiese e le loro cupole. L’anno scorso al porto é stato trascorso  in compagnia di Edoardo Bennato ed Alex Britti, per quanto riguarda quest’anno vi aggiorneremo appena  avremo un programma ben definito.

Cap d'Any ad Alghero!
Il risveglio di Alghero arriva anche agli alberghi che offrono dei pacchetti speciali per natale , l’ultimo dell’anno o entrambi.  I vari menu della città per queste feste includeranno la famosa aragosta all’ algherese alla catalana, un piatto che risale agli anni 50 in cui il prestigioso crostaceo viene bollito e tagliato a tocchetti e condito con una serie di agrumi, pomodori, sale, olio pepe  alloro, prezzemolo e origano. Si dice persino che la regina Elisabetta volle inserire l’aragosta all’ algherese nel suo menù di nozze ed il ristorante Maxime di Parigi lo ha elencato tra i suoi piatti, direi  assolutamente da non perdere.

Quindi andate a vedere le offerte per queste feste ad Alghero, ci sono una varietà di alternative e di sistemazioni, per tutte le tasche e per tutti i gusti!

Comments