Castelli Medievali nella Sardegna Meridionale

Castello di Acquafredda a Sanluri

Basta un’escursione di una giornata tra panorami mozzafiato, antiche fortezze e leggende per accorgersi che la Sardegna può offrire meravigliosi scorci di una civiltà ormai passata, ma non dimenticata. Si tratta di un itinerario praticabile anche da famiglie con bambini e dotato di punti ristoro.

Castello di Sanluri
Sanluri è il capoluogo di provincia del Medio Campidano ed in epoca medievale ricopriva un ruolo importante nella vita economica e militare dei Giudicati di Cagliari e Arborea. Il Castello di Sanluri è una delle fortezze meglio conservate del territorio, costruito tra XIII e XIV secolo è stato scenario di alcune delle più importanti battaglie per l’equilibrio dei Giudicati tra i quali era posto. Oggi ospita il Museo Risorgimentale Duca d’Aosta, dove è conservata la bandiera tricolore che sventolò nella Trieste liberata e il bollettino originale firmato dal generale Diaz. Ogni due anni a luglio si inscenano le battaglie realmente accadute in epoca giudicale a Sanluri, mentre a fine settembre ogni anno la Festa del Borgo permette di rivivere le tradizioni medievali locali.

Castello di Monreale
Situato in prossimità del centro abitato di Sardara, un paese a circa 57 km da Cagliari, il Castello di Monreale in epoca medievale faceva parte della linea difensiva del Giudicato Arborense. La sua edificazione risale a prima del XIV secolo. Il complesso si articola in un castello a pianta quadrangolare e dal borgo sottostante cinto da mura perimetrali dotate di otto torri tutt’ora visibili. Fu anche sede residenziale dei regnanti.

Castello di Acquafredda
Il Castello di Acquafredda risale al XIII secolo ed è situato nella campagna di Siliqua, una cittadina a circa 30 km da Cagliari e da Iglesias . Domina la valle del Cixerri e appartenne al conte Ugolino Della Gherardesca fino alla sua morte. In seguito il castello passò ai Pisani nel XIV secolo e agli Aragonesi nel XV secolo. Attualmente sono visibili le mura nord-ovest e sud-est del castello. Dal lato nord salendo una scalinata in pietra si accedeva al Mastio. Sul muro nord esistono cinque stemmi: uno raffigura l’aquila imperiale, simbolo dello schieramento ghibellino dei Gherardesca, un altro è attraversato da una banda diagonale, gli altri sono stati tutti scalpellati. Il Castello è visitabile tutti i giorni dalle 10:00 alle 19:00 per una modica cifra.

Foto del Castello di Acquafredda di Luca Bernardini

Comments