Castelli della Sardegna, il maniero di Sassari

Tra i castelli della Sardegna, quello di Sassari ha avuto una storia molto travagliata e ha superato a fatica diverse epoche. Costruito nel XIV secolo, nel corso dei secolo è stato usato dalla popolazione sassarese per resistere alla Corona aragonese. In seguito, dal 1535 fu utilizzato dall’Inquisizione e fu adattato a caserma per il Regio Esercito Italiano fino al 1877. Fu proprio in quell’anno che iniziò la demolizione del castello per fare posto a piazze e alla caserma Lamarmora, sede della Brigata Sassari.

Dal 2008 sono iniziati i restauri e stanno venendo alla luce tesori che si pensava fossero andati perduti: un fiore di pietra che dovrebbe essere il Pozzo Regio, una fontana circolare di cui si ha traccia negli scritti dell’epoca. Ma gli archeologi hanno scoperto molto di più: varie stanze adibite a prigioni in cui si vedono ancora i disegni fatti dalle persone tenutevi dentro. Infine, per giungere a tempi più recenti, sono stati scoperti due rifugi antiaerei usati dalla popolazione del luogo durante la Seconda Guerra Mondiale. I castelli della Sardegna sono ricchi di storia e quello aragonese di Sassari ha solo iniziato a rivelare ciò che ancora nasconde.

 

Fonte immagine: www.flickr.com/photos/sifter

Comments