Le Dune di Piscinas

Tra le spiagge della Sardegna, le Dune di Piscinas, vicino Arbus, sono tra le più affascinanti. Non a caso sono state dichiarate Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco. Sono cosi estese che si spingono per oltre due chilometri nell’entroterra e possono arrivare a 100 metri di altezza (ciò le rende tra le più alte d’Europa). (altro…)

Grotta dei Cristalli: lo spettacolo della Sardegna

Nei pressi di Dorgali, a sud di Cala Gonone, si trova un canyon carsico che sbocca nei pressi del mare: il Codula Fuili. È lì che si trova la stupefacente grotta dei Cristalli. Tra le numerose grotte della Sardegna e tra le grotte di quest’area del Supramonte marino di Dorgali, la grotta dei Cristalli può vantare una specificità che la rende unica del suo genere. Al suo interno, infatti, è stata rinvenuta una sepoltura di epoca romana, datata grazie alla presenza di due lucerne rinvenute nei suoi pressi e fatte risalire a tale periodo storico. A fare da scenario a questa testimonianza dell’antico fascino riscosso da questa grotta e da quest’area della Sardegna, le concrezioni calcaree, le colonne, le stalagmiti e le stalattiti continuano a impressionare il visitatore delle profondità telluriche. (altro…)

Spiagge in Sardegna: la natura del Golfo di Orosei

Il Golfo di Orosei, situato nella provincia di Nuoro, è considerato uno dei luoghi più selvaggi della Sardegna, dove le splendide spiagge incontaminate offrono ai turisti dei  piccoli angoli di paradiso dove potersi rilassare. Alcune delle spiagge più belle della Sardegna si trovano nel Golfo di Orosei, ma non sono generalmente frequentate dai turisti, perché raggiungerle non è sempre molto facile, in alcuni casi bisogna camminare tra le rocce, che il vento e l’acqua hanno modellato con il trascorrere del tempo, oppure raggiungerle via mare. (altro…)

Le coste della Sardegna: l’Isola dell’Asinara

Lungo le coste della Sardegna si sono formate nel tempo molte isole minori alcune delle quali ricche di storia come l’Isola dell’Asinara, situata fra il Mar di Sardegna e  il Mare di Corsica. Con la sua caratteristica forma allungata e la costa molto frastagliata l’isola si estende per una superficie di circa 51 chilometri e presenta per gran parte un territorio collinare ricoperto dalla tipica macchia mediterranea. All’epoca dell’antica Roma l’isola sarda dell’Asinara era conosciuta con il nome di Herculis Insula ed era considerata un punto di riferimento per tutti i naviganti intenzionati a raggiungere la Sardegna. (altro…)

Grotte in Sardegna: visita alle Grotte di Nettuno

Le Grotte di Nettuno sono tra le più famose della Sardegna, si trovano a 24 km dalla città di Alghero, situate all’interno di Capo Caccia. Questo luogo rimase sconosciuto fino al XVIII secolo quando un pescatore locale lo scoprì per caso e da allora l’affluenza in questa grotta della Sardegna non è mai diminuita.   I turisti per raggiungerla hanno due possibilità, la prima più comoda e veloce consiste nel partire da Alghero in barca e giungere fino all’ingresso, altrimenti partendo dal centro di Tramaglio si può effettuare un percorso di circa 3 ore percorrendo la Escala del Cabirol, una scalinata di 654 gradini che si snoda intorno al promontorio di Capo Caccia. (altro…)

I cavallini dell’altopiano della Giara di Gesturi

I cavallini della giara di Gesturi sono un’antichissima razza di equini divenuti famosi per le loro ridotte dimensioni. Eleganti e proporzionati, con una folta criniera, non hanno nulla da invidiare ai cavalli normali. L’origine di questi animali, che ancora oggi vivono allo stato brado sull’altopiano della Giara, è avvolta nel mistero. Le tesi più accreditate  confermano che non sono una razza autoctona dell’isola, ma che sono stati portati dai fenici o dai naviganti greci. (altro…)

Balene, gli avvistamenti in Sardegna

Gli avvistamenti di balene, nelle nostre acque, non sono rari. Spesso i turisti sono allietati da questa apparizione indimenticabile già dai ponti dei traghetti per la Sardegna. Con l’arrivo della primavera, soprattutto al largo e nei pressi delle coste della Sardegna Nord orientale, i grandi cetacei filano indolenti ed eleganti sotto il pelo dell’acqua, ravvivando negli spettatori il mistero affascinante del regno sottomarino. (altro…)

Baunei: la Grotta del Fico

Con i suoi 1.800 metri di stanze e cunicoli esplorati, la Grotta del Fico, nell’area di Baunei, è una tra le grotte più affascinanti e importanti di tutta la Sardegna. A iniziare dalla sua location: l’entrata della spelonca, infatti, si trova su una parete calcarea del Golfo di Orosei costellata di grotte minori, a 10 metri dal livello del mare. Un vero e proprio paradiso per gli speleologi e gli appassionati di geologia. (altro…)

Gola di Gorroppu: la Sardegna selvaggia

La gola di Gorroppu sorprende immediatamente il viaggiatore per una sua peculiare caratteristica: il silenzio, totale e avvolgente. Le pareti a picco e la natura incontaminata che la circondano hanno poi contribuito ad accrescere la fama di questo canyon nel cuore della Sardegna più selvaggia. Infatti intorno alla gola di Gorroppu girano diverse leggende: secondo una diffusa diceria, dal punto più alto della gola è possibile vedere le stelle anche se si è in pieno giorno; secondo un’altra storia, durante la notte sulle pareti della gola sbocciano i fiori magici della “felce maschio” e solo i più coraggiosi riescono a coglierli. (altro…)