Il Golgo di Baunei: una voragine di 275 metri

La voragine del Golgo di Baunei o Su Sterru: era il 1957 quando il giovane speleologo Umberto Pintori ne toccò per la prima volta il fondo. La leggenda vuole che l’impresa gli costò uno stress tale che i suoi capelli persero il colore. Leggende ancora più antiche narrano che l’origine del sorprendente baratro, nel suo genere il più profondo d’Europa, sia da far risalire a una battaglia tra San Pietro e un serpente che infestava i dintorni di Baunei. Il santo scagliò il rettile a terra con una tale forza da creare la voragine che oggi vediamo. A memoria del combattimento, nei pressi della voragine del Golgo, quasi ai margini de Su Sterru, è stata eretta una chiesa in onore di San Pietro. (altro…)

Sardegna 2012: ancora Foreste Aperte

Anche nel 2012, in Sardegna sarà Foreste Aperte. L’Ente Forestale ha, infatti, intenzione di rilanciare l’iniziativa che ci accompagna già da tre anni. Un modo di condividere e far conoscere una delle molte risorse naturali più ricche del territorio sardo. Grazie ad attività di nordic walking, trekking, passeggiate a cavallo o semplici escursioni, attraverso la fotografia della natura, l’educazione ambientale, la musica e lo sport, l’Ente continua a svolgere il proprio compito di tutela e di valorizzazione del patrimonio di flora e fauna dei boschi demaniali e delle foreste della Sardegna. (altro…)

La foresta del Campidano in Sardegna

1600 ettari di foresta nella parte sud orientale della Sardegna, nel cuore del Campidano, non lontano da Cagliari. Un vero e proprio patrimonio ambientale che l’Ente Foreste Sardegna ha pensato bene di valorizzare costruendo un percorso didattico sensoriale, dedicato sia alle scuole sia a tutti coloro che hanno la curiosità di approfondire la loro conoscenza sulle meraviglie che il bosco nasconde. (altro…)

Escursioni in Sardegna: il Parco del Gennargentu

Ufficialmente si chiama Parco Nazionale del Golfo di Orosei e del Gennargentu ma, dagli amanti delle escursioni, è conosciuto come Parco del Gennargentu. Visitarlo a piedi, un modo splendido per un viaggio in Sardegna fuori dai percorsi turistici più battuti, a contatto con una natura unica e selvaggia.

I sentieri che attraversano il Parco Nazionale sono infiniti. Oggi, però, vi vogliamo portare nel cuore del parco, per un’immancabile escursione per chi visita l’interno della Sardegna: il massiccio del Gennargentu verso Punta La Marmora.

(altro…)

Sardegna… spettacoli della natura!

I monumenti naturali sono aree di limitata estensione che rivestono particolare interesse geologico o biologico, la Sardegna offre incredibili scenari naturali, ideali per chi vuole trascorrere una giornata alla ricerca di qualcosa di insolito da vedere e fotografare! Sorgente Su Gologone - Oliena La Sorgente carsica di Su Gologone si trova a qualche chilometro Oliena, sulla strada provinciale per Dorgali. E' la sorgente più conosciuta e più grande della Sardegna, con una portata d'acqua di 300 litri al secondo, che sgorga direttamente dalla parete granitica, formando un laghetto; da esso esce poi un torrente, che attraversando un boschetto di eucalipti, confluisce nel Fiume Cedrino. (altro…)

Foreste Aperte 2011 – Appuntamenti autunnali

Il 25 Settembre, dopo la pausa estiva, ripartiranno gli appuntamenti con Foreste Aperte 2011, la manifestazione dedicata alle più belle aree forestali della nostra Isola. Foreste Aperte nasce con l'obiettivo di promuovere la conoscenza delle foreste demaniali della Sardegna: un bene collettivo di straordinaria valenza naturalistica, ambientale, storica ed economica, risultato di secolari interazioni tra l'uomo e la natura. Il paesaggio di montagna, e con esso i boschi, meritano una fruizione sostenibile e rispettosa: solo in questo modo anche le generazioni future potranno fruirne.    Appuntamenti autunnali Foreste Aperte 2011: 25 Settembre: Foresta Demaniale di Monte Lerno (Pattada – SS) 2 Ottobre: Area forestale di Lanaitho (Oliena -NU) 9 Ottobre: Area forestale del Grighine, nel territorio di Allai e Ruinas (Oristano) (altro…)

Grotte di San Giovanni: che brivido!

Le grotte di S. Giovanni sono praticamente attaccate a Domusnovas, un piccolo paese che dista circa 12 km da Iglesias. Il nome di queste maestose grotte deriva dal fatto che in tempi antichi una cavità al loro interno veniva usata come piccola cappella di campagna dedicata appunto a S. Giovanni. Le grotte costituiscono una galleria lunga quasi un chilometro che un tempo si poteva percorrere in auto, ma adesso non più; la grotta-galleria si può attraversare solamente a piedi. Soffermarsi all'entrata ad osservare l'imponente massa di roccia é impressionante, la roccia ricorda molto le  montagne di carta pesta e nell'addentrarsi la sensazione é quella di entrare  nel paesaggio di un presepe gigante.

Dentro si sente il rumore di qualche goccia d'acqua che casca con la puntualità di un orologio (attenzione alla testa), e dopo circa 20 metri inizia il brivido... (altro…)

Visitare i Monti dei Sette Fratelli

Il Parco Naturale dei Sette Fratelli è un territorio vasto e rigoglioso che si estende per 58.456 ettari, caratterizzato dalla presenza di un massiccio dalle cui sette creste prende il nome la zona. Il nome è di incerta origine, attribuito da qualcuno all'esistenza di sette cime distinte il cui profilo si scorge dai colli della città di Cagliari verso est.

(altro…)