Un brindisi nelle cantine di Gallura per Cinemadivino 2012

La Seconda edizione di Cinemadivino in GalluraNell’entroterra della famosa Costa Smeralda crescono i filari generosi del più nobile tra i vitigni coltivati in Gallura, il Vermentino. È in questo contesto che, tra le cantine di Arzachena e di Monti, il Museo del vino di Berchidda ospita la seconda edizione della rassegna Cinemadivino, quattro serate dedicate alla degustazione e l’arte del cinema.

Dal 19 luglio al 2 agosto i partecipanti potranno nutrire i sensi e lo spirito, immersi tra i profumi intensi dei vini locali, i prodotti tipici del territorio e le immagini del cinema d’autore su uno schermo al chiaro di luna. La visione del film sarà proposta con il sistema tradizionale, attraverso la proiezione di bobine da 35 millimetri: si vuole sottolineare il legame tra la conservazione degli antichi valori e l’innovazione che ispira il lavoro delle cantine di Gallura.

Si parte il 19 luglio con “Terraferma”, regia di Crialese, nelle Vigne Surrau ad Arzachena, si prosegue il 21 luglio con “Le idi di marzo” di Clooney, nella Cantina sociale del Vermentino di Monti; il 26 luglio è il turno di “Magnifica presenza” di Ozpetek, ad Arzachena. La chiusura, il 2 agosto, è affidata a Miller con “L’arte di vincere” sempre nelle Vigne Surrau.

Vitigno di uva Vermentino

L’iniziativa Cinemadivino è nata nel 2004, in Emilia Romagna grazie all’Enoteca regionale emiliana ed è stata poi accolta in Sardegna dal Museo del vino di Berchidda per offrire piacevoli serate dedicate alla cultura e come mezzo di promozione dei prodotti locali portatori di identità e qualità.

Grande è stata l’adesione del pubblico nella prima edizione e l’apprezzamento del progetto che ha invogliato gli organizzatori a replicare e affinare il connubio enogastronomia e cinema.

Non resta che innalzare i calici per un brindisi prima che lo spettacolo cominci.

Per saperne di più si può visitare il sito: www.cinemadivino.it

 

Fonte immagine: http://bit.ly/LA55di

Comments