Gli itinerari di Sardegna.com: 3 giorni a San Teodoro

Veduta aerea di Cala Brandinchi

Se trascorri le vacanze estive nel nord della Sardegna, non puoi non visitare San Teodoro, piccola perla della costa gallurese con un vivace centro abitato e litorali che nascondono dei veri e propri angoli di paradiso. Hai solo 3 giorni? Noi di Sardegna.com accettiamo la sfida e ti proponiamo un programma.

Primo giorno: la meravigliosa Cala Brandinchi

La spiaggia di Cala Brandinchi, definita anche la piccola Tahiti sarda (appellativo che pare condividere anche con Cala Coticcio, altro must di cui vi parleremo magari in un altro articolo), è un qualcosa che potremo definire celestiale. Con il suo arenile di sabbia bianca e le sue acque dai colori smeraldini, ha la fama di essere una tra le spiagge più belle di tutta la Sardegna. Te lo diciamo da subito: è molto frequentata, soprattutto nei mesi di luglio e agosto, per questo se hai le ferie estive in quel periodo ti consigliamo di essere lì già dalle 8:00/8:30 del mattino in modo da trovare un posto comodo e goderti la spiaggia al 100% (foto strategiche con la spiaggia ancora libera assicurate). Troverai tratti di spiaggia libera ma anche stabilimenti balneari in cui noleggiare ombrellone e lettino e diversi chioschetti dove poter comprare snack e bibite.

Secondo giorno: escursione in gommone alla scoperta dell’isola di Tavolara

Ti consigliamo la gita in gommone perché ti permette di vedere più posti in meno tempo e in questo modo il tuo secondo giorno a San Teodoro frutterà al massimo. Il tour dura circa sei ore e prevede diverse soste per fare il bagno e per mangiare (stiamo parlando di pranzo al sacco, non ci sono soste in ristorante).

Partirai da La Cinta, la spiaggia principale di San Teodoro, e passerai per Cala Brandinchi, dove farai la prima sosta. A quel punto proseguirai verso la piccola Isola Ruia e le incantevoli spiagge di Salina Bamba e Capo Coda Cavallo. Così, arriva per te il magico momento di fare il bagno nelle acque limpide dell’isola di Molara, famosa per le sue incantevoli piscine naturali, per poi arrivare a Cala Girgolu, conosciuta per le sue sculture di pietra naturali come la celebre tartarughina. Il tour prosegue verso le acque della Grotta del Papa e a quel punto fa una sosta sull’Isola di Tavolara, proprio a ridosso dell’ora di pranzo, per permetterti di riposarti e mangiare qualcosa. Nel viaggio di ritorno potrai contemplare Punta La Greca, Punta Falcone e Testa di Moro. Che dici? Potrebbe piacerti? Siamo sicuri di sì.

Terzo giorno: in giro per il centro di San Teodoro

Come già ti abbiamo anticipato prima, San Teodoro, oltre ad avere bellissime spiagge è anche una delle cittadine più animate del nord Sardegna, quindi per te sarà un piacere fare una passeggiata tra le sue vecchie viuzze. Già dal tardo pomeriggio il centro si affolla di bancarelle di artigiani e artisti per tutti i gusti, e tanti sono anche i negozi dove potrai fare shopping e acquistare dei souvenir.

San Teodoro è anche rinomata per l’ottima cucina che potrai provare nei suoi numerosi ristoranti; da buoni intenditori quali siamo, ti consigliamo di assaggiare la zuppa di pesce e la frittura mista, se invece prediligi i menù di terra, non puoi perderti l’occasione di gustare un piatto di tradizionali ravioli al ragù e il popolare maialetto sardo arrosto. Per chiudere in bellezza la seada è d’obbligo, ma sappi già da ora che c’è una eterna diatriba in corso tra seada-con-miele vs seada-con-zucchero, ti consigliamo di provarle entrambe e farci sapere in che fazione ti schieri. In ristorante affidati allo staff per la scelta del vino, noi ti suggeriamo di mettere in lista un buon Vermentino di Gallura e un calice di Cannonau D.O.C..

Insomma, noi ti abbiamo dato qualche spunto, ora però tocca a te preparare le valigie e contattarci al numero +39 070 671 861 o scriverci all’indirizzo e-mail booking@sardegna.com per prenotare la tua vacanza. Abbiamo tutto quello che ti serve per rendere il tuo viaggio a San Teodoro memorabile, affidati all’esperienza dei nostri consulenti e prenota in totale relax.

Comments