Il Golgo di Baunei: una voragine di 275 metri

Golgo Baunei, Su SterruLa voragine del Golgo di Baunei o Su Sterru: era il 1957 quando il giovane speleologo Umberto Pintori ne toccò per la prima volta il fondo. La leggenda vuole che l’impresa gli costò uno stress tale che i suoi capelli persero il colore. Leggende ancora più antiche narrano che l’origine del sorprendente baratro, nel suo genere il più profondo d’Europa, sia da far risalire a una battaglia tra San Pietro e un serpente che infestava i dintorni di Baunei. Il santo scagliò il rettile a terra con una tale forza da creare la voragine che oggi vediamo. A memoria del combattimento, nei pressi della voragine del Golgo, quasi ai margini de Su Sterru, è stata eretta una chiesa in onore di San Pietro.

L’inghiottitoio naturale prodotto da fenomeni carsici scende a picco nel sottosuolo per 275 metri, dopo un’imboccatura ellittica di 25 metri di larghezza nel punto più ampio, caratterizzata da rocce basaltiche.

La voragine del Golgo di Baunei può essere raggiunta proseguendo a nord dalla località As Piscinas, sopra Baunei, sull’altopiano del Golgo. La strada per la chiesetta di San Pietro parte direttamente da Baunei e può essere seguita in macchina (strada in forte pendenza) per 5 km. Al bivio, si dovrà prendere la strada che prosegue dritta per altri 2 km, fino a una deviazione a destra che porterà direttamente nei pressi de Su Sterru.

Fonte immagine: www.flickr.com/photos/kapomuk/

Comments