La Sardegna vista con gli occhi de La Fille Bertha

La Fille BerthaLe sue opere sono ovunque, le sue collaborazioni sono innumerevoli. Oggi abbiamo deciso di parlarvi di un’artista cagliaritana che probabilmente conoscete già, La Fille Bertha. Le abbiamo chiesto di parlarci di come la Sardegna e le sue meraviglie influiscano sul suo lavoro e lei ha scelto per noi le tre sue illustrazioni in cui la nostra terra l’ha ispirata maggiormente. Nell’attesa di poterci godere dal vivo gli scenari rappresentati, godiamoci queste opere d’arte. Buona lettura!

Via Roma: il cuore di Cagliari visto da La Fille Bertha

"Via Roma" Cagliari, tecnica mista su carta. La Fille Bertha 2013 X Cagliari Unofficial Guide
“Via Roma” Cagliari, tecnica mista su carta. La Fille Bertha 2013 X Cagliari Unofficial Guide

Quest’opera rappresenta la Via Roma di Cagliari, una delle strade principali della città. Con i suoi lunghi portici, Via Roma separa l’antico quartiere di Marina dall’azzurro delle acque del porto. Via Roma è un continuo viavai di persone, con tanti bar, negozi e ristorantini. Per questa illustrazione, La Fille Bertha si è ispirata all’architettura e ai colori che chi ha passeggiato almeno una volta sotto i portici di Via Roma conosce bene.

Pink Flamingos: un simbolo di tutta la Sardegna

"Pink Flamingos", tecnica mista & digitale. La Fille Bertha 2019, commissione privata
“Pink Flamingos”, tecnica mista & digitale. La Fille Bertha 2019, commissione privata

In questa illustrazione del 2019 i protagonisti sono i meravigliosi fenicotteri rosa, che in Sardegna si ha l’immensa fortuna di incontrare spesso. Scelti come simbolo dell’isola, quest’opera presenta i colori tipici delle lagune sarde in cui i fenicotteri vivono, in perfetto equilibrio tra sabbia, acqua e vegetazione mediterranea.

Naturalia: quando è il mare sardo a ispirare l’artista

Naturalia, tecnica mista & digitale. La Fille Bertha 2018 X "iBlues"
Naturalia, tecnica mista & digitale. La Fille Bertha 2018 X “iBlues”

Disegnata nel 2018 per iBlues all’interno della collezione DREAMissimo. Per quest’opera La Fille Bertha si è ispirata alle camere delle meraviglie, le Wunderkammer, in cui i collezionisti fin dal Medioevo conservavano oggetti particolari. “Naturalia” rappresenta infatti elementi naturali provenienti dal mare della Sardegna: pietre, stelle marine, conchiglie, coralli e pesci, arricchiti da una colorazione originale.

La Fille Bertha: qualche cenno biografico

Logo La Fille BerthaAlessandra Pulixi, è questo il vero nome de La Fille Bertha, è nata all’ora di pranzo di un mercoledì caldo e soleggiato il 4 luglio 1984. Da bambina sviluppa subito quella creatività che caratterizza un po’ tutti i bambini, passa i suoi pomeriggi a disegnare, colorare e pitturare pietre con sua nonna. Quello che la differenzia da molti altri bambini è che lei non ha mai smesso.

Si laurea in psicologia, mentre continua a indagare il mondo delle arti visive e di sperimentare. Nell’ultimo decennio ha portato la sua arte in tutto il mondo, dall’Europa alla Cina, dagli Stati Uniti al Canada. La sua produzione artistica spazia dai murales e la street art fino alle illustrazioni e la moda, ed è popolata da donnine con occhi e labbra inconfondibili, che pur essendo astratte, oniriche, stilizzate diventano subito amiche, sorelle, madri e figlie dell’osservatore che se le trova davanti.

Alessandra ama gli animali e la natura, e avendola conosciuta abbiamo l’impressione che il sentimento sia più che ricambiato. Vive a Cagliari ma (di solito) è sempre in giro per il mondo per qualche esposizione, collaborazione o fiera.

Comments