Le 10 spiagge più belle della costa ovest della Sardegna

Le 10 spiagge più belle della costa ovest della SardegnaIn Sardegna c’è una zona nota come la più selvaggia, prima dell’impatto umano e in cui la natura sfoggia la sua potenza maggiore. Si tratta della costa ovest dell’isola, in cui le distese di sabbia bianca e dorata lascia repentinamente il posto a scogliere a picco sul mare dai mille toni di azzurro, dal turchese al blu profondo. Qui gli amanti del verde, della flora e della fauna e delle bellezze incontaminate troveranno il luogo ideale per trascorrere una vacanza indimenticabile. Scopriamo insieme le 10 spiagge più belle della costa ovest della Sardegna, partendo dal sud e arrivando sempre più nelle zone del nord.

Le più belle spiagge della costa ovest della Sardegna 

Cala Domestica

Nella provincia del Sud Sardegna si trova un paesino di nome Buggerru. Da qui si può facilmente giungere ad una spiaggia ideale per vacanze rilassanti, lontano dalla ressa del turismo estivo tipico dell’isola. Questa è infatti una delle spiagge più isolate e solitarie del territorio sardo. Tuttavia, la sabbia liscia circondata da alte rocce che la proteggono da venti e correnti, il basso fondale e le acque cristalline, trasparenti e colorate di mille azzurri la rendono un luogo assolutamente paradisiaco, ideale per fare snorkeling o trascorrere intere giornate in acqua.

Piscinas

Dalla frazione Ingurtosu del comune di Arbus è possibile accedere ad una spiaggia conosciuta per le sue elevate dune di sabbia fine, che possono arrivare fino a sessanta metri di altezza. Una zona tranquilla, in cui rilassarsi beatamente godendosi le meraviglie di una natura incontaminata e straordinaria. È meraviglioso infatti perdersi ad ammirare gli effetti che il forte vento ha sulla conformazione del paesaggio, le onde e i cavalloni che lambiscono i quasi 3 chilometri di sabbia dalle tinte dorate. La presenza dell’uomo è molto scarsa: non solo pochi turisti e poco affollamento, ma anche scarsità di chioschi e un solo camping. Imperdibile!

Is Artuas

Una zona ricchissima di tesori naturali più unici che rari è la Penisola del Sinis. Su questa lingua di terra si trovano spiagge incredibili, in cui lasciarsi andare al relax e dedicarsi al riposo completo. Una di queste è Is Artuas, una splendida porzione di terra formata da granelli di quarzo, così luccicanti da sembrare riso e dalle tonalità che dal bianco candido vanno al rosa fino al verde. Il comune sotto cui la spiaggia si trova è quello di Cabras, certamente tappa imperdibile durante una vacanza in Sardegna non solo per il suo litorale. A Is Artuas si potrà infine fare un tuffo nelle tipiche acque sarde trasparenti che dal turchese si tingono di verde e poi di blu azzurro.

Is Arenas ‘e S’ Acqua e S’ Ollastu

Anch’essa parte dell’area marina della Penisola del Sinis, la zona della spiaggia di Is Arenas presenta un ambiente disseminato di alte dune sabbiose create dall’azione dei venti e del mare negli anni. Questa particolare conformazione del territorio, oltre alla sua arsura, l’ha portata ad essere paragonata ad un ambiente sahariano, desertico. Il rimboschimento recente ha portato alla comparsa di zone verdi in cui ripararsi dal sole e rinfrescarsi per qualche momento, ma quando si visita questa spiaggia assolutamente incredibile è necessario non scordarsi una notevole riserva d’acqua fresca.

S’Archittu

Restiamo nei pressi della Penisola del Sinis, nello specifico all’interno del comune di Cuglieri, a breve distanza da San Giovanni di Sinis. Si trova qui una spiaggia molto particolare, diversa da tutte le altre della zona perché cinta da un grosso, imponente arco scavato interamente nella roccia calcarea che caratterizza la zona, alto non meno di quindici metri. Questa meraviglia naturale lascerà a bocca aperta chiunque si trovi a visitarla, oltre ad essere una meta ideale per ogni tipo di vacanza. Isolata grazie alla presenza dell’arco, essa diventa angolino romantico per un viaggio di coppia, zona tranquilla per vacanza in solitario o con gli amici per rilassarsi oppure ideale per gite in famiglia grazie al fondale che digrada lentamente e alle acque mantenute tranquille grazie alla scultura naturale.

Sa Mesa Longa

Proseguendo verso nord, ci spostiamo ora sopra la penisola di cui sopra. E subito troviamo un’altra meraviglia imperdibile durante una vacanza nell’ovest della Sardegna. Si tratta della spiaggia conosciuta come Sa Mesa Longa, La Tavola Lunga. Il nome deriva dalla caratteristica presenza di una barriera del tutto naturale, fatta di arenile, che protegge la baia dalle onde e dalle correnti provocate dal soffio frequente del maestrale. Con fondale basso e sabbioso, sabbia dorata liscia che si tinge del rosa di conchiglie e sassolini al contatto con un mare che da turchese diventa sempre più blu, questa spiaggia sarà tappa obbligata per chiunque si trovi nella zona.

Mal di Ventre

Impossibile non citare questo paradiso terrestre tra le spiagge più belle della costa ovest della Sardegna. Mal di Ventre è un’isola privata raggiungibile dal Golfo di Oristano solo tramite visite e tour guidati organizzati. Il nome potrebbe scoraggiare i turisti, dato che deriva dalla peculiarità delle acque attorno all’isola, spesso agitate e poco consigliate per chi soffra la barca e il mare. Tuttavia, per gli amanti delle escursioni e della natura si tratta di una tappa immancabile. L’area marina in cui si trova è protetta e le acque che la circondano sono incredibili: tonalità simili a piscine naturali, in cui immergersi da spiagge bianche che dal territorio granitico e piano digradano verso il mare. Mozzafiato!

Bombarde

Procedendo sempre più verso nord, ecco che giungiamo nella zona nei pressi di Alghero. È qui che si trovano due spiagge straordinarie, sebbene stavolta molto frequentate. Parliamo della spiaggia Le Bombarde e di quella del Lazzaretto, di cui parleremo a breve. La prima è una spiaggia chiara di sabbia fine, che si presenta a forma di mezzaluna. Con il suo chilometro di estensione, Le Bombarde si affaccia su un mare cristallino dalle mille tinte azzurre nel quale si affacciano e si riflettono delle splendide rocce vulcaniche circondate da vegetazione verde e lussureggiante. E per gli appassionati di storia e cultura, non lontano si potrà visitare un complesso nuragico dal nome Palmavera, memoria delle antiche civiltà che popolarono l’isola.

Lazzaretto

Un arco di sabbia bianca a breve distanza da Le Bombarde, anche la spiaggia del Lazzaretto si trova nei pressi di Alghero ed è meta turistica molto amata. Le sue acque trasparenti, dal verde acqua al turchese all’azzurro e al blu la lambiscono per oltre un chilometro, mentre rocce di arenaria la dividono da piccole, graziose calette imperdibili. Alle spalle della spiaggia crescono boschi ricchi della flora tipica della macchia mediterranea in cui rinfrescarsi durante le calde giornate estive. Inoltre, sono presenti diversi punti di ristoro e stabilimenti attrezzati per godersi giornate tranquille all’insegna del relax della vacanza.

Spiaggia di Porto Palmas

L’ultima spiaggia della costa ovest della Sardegna che menzioniamo è anche quella più a nord. Si parla della spiaggia di Porto Palmas, nella zona tra l’Argentiera e Palmadula. Con un’estensione di circa 8 chilometri, questo litorale si presenta selvaggio, protetto da due grosse scogliere che dolcemente si abbassano verso il mare. Il mare azzurro-turchese ha un fondale basso e sabbioso, naturale prosecuzione di un morbido e liscio lido dai colori ambrati. Dietro la spiaggia sorge un paesaggio naturale ricco di arbusti e cespugli che proseguono fino sulla spiaggia stessa. Infine, per la conformazione del territorio e per la presenza di altre magnifiche calette meno frequentate, gli amanti dello snorkeling troveranno la meta ideale. Non aspettare oltre, prenota subito il tuo viaggio nell’ovest della Sardegna con Sardegna.com!

Comments