Nuoro antica e nuova: una città da scoprire

Nuoro antica e nuova una città da scoprireProprio nel cuore della Sardegna, ai piedi del Monte Ortobene, sorge la bella città di Nuoro. Il suo territorio, a una trentina di chilometri dalla costa tirrenica, ha origini antichissime: fu sempre una roccaforte delle primitive popolazioni isolane e i suoi dintorni sono disseminati di nuraghi. Oggi, attorno ai vecchi quartieri, si va sviluppando sempre di più Nuoro moderna, edifici eleganti e contemporanei. Se sei in viaggio in Sardegna, non vorrai perderti l’occasione di visitarla. Scopri con noi di Sardegna.com cosa visitare a Nuoro antica e nuova: questa città non avrà più segreti per te! 

Cosa vedere a Nuoro antica e nuova

1. Monte Ortobene

A pochi chilometri dalle sue porte, il Monte Ortobene è un po’ il simbolo stesso di Nuoro. Si tratta di un rilievo granitico dove si aprono panorami mozzafiato, in cui il verde rigoglioso della natura è puntellato dalle testimonianze delle antichissime popolazioni che passarono di qui. Dalle imponenti rocce smussate dal tempo e dagli agenti atmosferici che i pastori usavano come riparo, fino a torrioni e pinnacoli disseminati qua e là, questo monte ha in serbo tantissime sorprese. Tanti i percorsi di trekking, i sentieri e le escursioni a disposizione dei viaggiatori. A chi si avventura fino alla sua cima il regalo più bello: la suggestiva statua del Cristo Redentore e, ancora più in alto, il punto panoramico Cuccuru Nigheddu, che offre una veduta sul monte Albo e sull’altopiano di Orune. 

2. I Nuraghi del nuorese

Spesso descritta come la zona più autentica della Sardegna, nel nuorese sono numerosissime le prove del passaggio dell’uomo fin dall’epoca preistorica, disseminate su quasi tutte le alture della regione. Il sito più importante è quello del nuraghe Tanca Manna, dove oltre all’imponente torre di granito sono state ritrovate alcune suggestive Domus de Janas, tombe scavate nella roccia. Altro luogo caratteristico e avvolto dal mistero è il villaggio nuragico di Tiscali. Raccolto in una valle ai margini del Supramonte di Dorgali, custodisce nella sua cavità circa quaranta capanne circolari ed ovali. Anche la strada da fare per raggiungerlo è degna di nota: sembrerà di percorrere un viaggio nella natura e nel tempo!

3. Nuoro: centro storico e musei

La particolarità di Nuoro è che, camminando per le sue strade, si passa in pochi metri dall’affascinante atmosfera nuragica all’avvincente storia del Novecento. Il centro storico di Nuoro, infatti, è disseminato di edifici storici e piazze fastose, impreziosite dalle opere degli artisti sardi. La Chiesa della Madonna delle Grazie, ad esempio, è una delle più antiche della città. Tra i musei di Nuoro, meritano una visita il Museo regionale del Costume, molto interessante per conoscere usi e costumi isolani, e il Museo MAN, uno dei migliori musei della Sardegna. Gli amanti dell’arte saranno incantati dalle esposizioni di opere di artisti di grande prestigio.

4. I luoghi di Grazia Deledda

Tra le cose da vedere a Nuoro, non va dimenticata la casa della scrittrice Grazia Deledda, che con le sue opere ispirate alla Sardegna meritò il premio Nobel. Le sue ceneri hanno riposato fino al 2007 nella Chiesetta della Solitudine, sul Monte Ortobene, che pure merita una visita. In omaggio all’autrice, a Nuoro è stato costruito anche il Museo Deleddiano, dove è possibile curiosare tra i suoi oggetti personali, come manoscritti e fotografie che ben descrivono il rapporto complicato di Grazia con la sua città.

Per scoprire di più non devi fare altro che prenotare subito con noi la tua vacanza a Nuoro!

Comments