Sardegna selvaggia: la Gallura di Tempio Pausania

Tempio pausania, Gallura, SardegnaPer conoscere il cuore selvaggio della Gallura, non c’è nulla di meglio di un viaggio a Tempio Pausania. Il centro più importante dell’area è rinomato fin dall’antichità per il suo clima particolarmente gradevole anche d’estate e per una ricchezza naturalistica di grande impatto. Così come d’impatto risulta essere il primo approccio del viaggiatore con la città vecchia, costruita in granito bianco e caratterizzata dall’alternarsi di vicoli stretti e ampie piazze.

L’onnipresente testimonianza della civiltà preistorica della Sardegna è qui rappresentato dal Nuraghe Majori: imperdibile sito archeologico raggiungibile dalla statale per Palau.


Per gli appassionati di vino, non si mancherà di sottolineare che i filari di vite dell’area che circonda Tempio Pausania dànno i frutti dai quali verranno prodotti vini dai nomi rinomati e apprezzati in tutto il mondo, come il Vermentino e il Moscato.

Ma, quest’area della Gallura non produce solo “elisir artificiali”. La fonte di Fundu di Monti, ad esempio, offre acque minerali naturali di qualità sublime.

Chi ama scoprire il territorio attraverso le escursioni e il trekking, non resisterà ai sentieri offerti dal monte Limbara, la cui cima più maestosa, Punta Sa Berritta, raggiunge quota 1.362 metri. I percorsi si snodano tra boschi , cascate e ruscelli.

Il viaggio nel cuore della Gallura ci riporta alla civiltà. Rigenerati dai doni della natura e dell’operato dell’uomo, il relax viene coronato dalla perfetta comunione delle due realtà rappresentata dalle terme di Rinaggiu e dalle offerte ricettive degli hotel di Tempio Pausania.

Fonte immagine: www.flickr.com/photos/gien/

Comments