Visitare i Monti dei Sette Fratelli

Il Parco Naturale dei Sette Fratelli è un territorio vasto e rigoglioso che si estende per 58.456 ettari, caratterizzato dalla presenza di un massiccio dalle cui sette creste prende il nome la zona. Il nome è di incerta origine, attribuito da qualcuno all’esistenza di sette cime distinte il cui profilo si scorge dai colli della città di Cagliari verso est.

Vista panoramica dei Monti dei Sette Fratelli

I MONTI DEI SETTE FRATELLI
La nota saliente del territorio è data proprio da queste cime costituite da roccioni di granito dalla forma tormentata per l’erosione eolica. Il punto più alto è il Monte dei Sette Fratelli (1.023 m). Il Monte è un massiccio granitico di origine paleozoica con picchi rocciosi e strapiombi, ricco di forme di erosione eolica (Perd’a sub’e Pari) e idrica (Baccu is Angelus), grandi canaloni e vallate, con ricchezza di corsi d’acqua e sorgenti. Questa regione si può dividere in due parti, la zona ovest con cime alte e compatte e la zona est con rilievi più modesti, isolati e valli quasi piatte che degradano verso la costa dell’abitato di Villasimius. L’area del Parco dei Sette Fratelli è attraversata dalla SS125 (Orientale Sarda), si snoda tra gole selvagge e foreste di lecci e sughere nella vallata del rio Cannas e ricade nei territori dei comuni di Burcei, Castiadas, Maracalagonis, Quartucciu, Quartu Sant’Elena, San Vito, Sinnai, Villasalto e Villasimius, nella provincia di Cagliari ed è stata dichiarata monumento naturale.

La Fauna: Villasimius

LA FLORA E LA FAUNA
Il complesso forestale è tra i più ampi e meglio conservati della Sardegna, con boschi puri di leccio, sughera, boschi misti di querce e sclerofille termoxerofile, macchia e gariga. Vi si trovano vegetali molto interessanti tra cui vari lecci di notevoli dimensioni. Sono presenti importanti elementi faunistici: il cervo, il gatto selvatico sardo, il cinghiale, l’aquila del Bonelli, l’aquila reale, il falco pellegrino, la poiana, lo sparviero, l’astore, il gheppio, il grifone, la pernice sarda, il succiacapre, il corvo imperiale, lo storno nero. Sono inoltre presenti la tartaruga palustre e la trota macrostigma.

MOUNTAIN BIKE & TREKKING
Esistono diversi sentieri ideali per gli amanti del trekking e della mountain bike più o meno esperti. Uno dei più interessanti è il sentiero Italia contrassegnato da un rombo bianco con una striscia rossa al centro. Si tratta di un percorso di 24 km in salita che parte dalla Caserma della Forestale e arriva fino a Castiadas. Si può tuttavia decidere di effettuarlo solo in parte deviando a Baccu Malu. Con l’aiuto delle Guardie Forestali si possono scoprire anche altre zone del comprensorio montano, l’ubicazione delle aree attrezzate e i percorsi più agevoli e sicuri.
Ecco i contatti della caserma forestale tel. 070 27991; 070 831038.

Come arrivare: Il Parco Naturale dei Sette fratelli è raggiungibile percorrendo da Cagliari la SS 125 in direzione Muravera fino a raggiungere il valico S’Arcu e Tidu, che a destra conduce alla caserma forestale Noci in località Campuomu. Per raggiungere la foresta demaniale di San Nicolò Gerrei bisogna prendere la strada provinciale per Dolianova.

Comments